Luglio 24, 2021

The Teller

The Teller porta le ultime notizie dall'Italia e dal mondo su ultime notizie, titoli di notizie di oggi, politica, affari, tecnologia, Bollywood, intrattenimento, sport e …

L’Italia per isolare i viaggiatori britannici

L’Italia ha annunciato che i vacanzieri britannici saranno isolati a causa dell’aumento dei tassi di coronavirus nel Regno Unito.

I passeggeri che entrano nel paese dal Regno Unito devono essere autoisolati per cinque giorni all’arrivo.

Nel frattempo, le restrizioni di viaggio sono state allentate per i visitatori di Stati Uniti, Canada, Giappone e altri Stati membri dell’UE.

Lo ha annunciato venerdì il ministro della Sanità italiano Roberto Speranza.

In un post su Facebook, Speranza ha affermato di aver “firmato un nuovo ordine” che “introdurrà cinque giorni di isolamento per chi proviene dalla Gran Bretagna”.

Estende il divieto di viaggio per i viaggiatori provenienti da India, Bangladesh e Sri Lanka.

Consente ai visitatori provenienti da altre parti dell’UE, oltre che da Stati Uniti, Canada e Giappone, di entrare in Italia se in possesso del green pass digitale Covid-19.

Un portavoce del Ministero della Salute ha dichiarato che le nuove misure entreranno in vigore lunedì 21 giugno Reuters.

Finora il viaggio in Italia è stato molto diretto per i turisti britannici. Fino al 16 maggio non è previsto alcun requisito di isolamento per cui i viaggiatori provenienti dal Regno Unito dovranno solo sottoporsi a un test antigenico rapido Covid negativo o a un panno molecolare, che non impiega più di 48 ore per volo per salire a bordo di un volo.

Tuttavia, l’Italia è nella lista ambra del Regno Unito e i viaggiatori che tornano da lì richiedono 10 giorni di isolamento e una serie di tre test governativi.

L’inasprimento delle regole dell’Italia per il Regno Unito segue la decisione dell’UE di revocare le restrizioni sui viaggiatori dagli Stati Uniti in modo che i turisti americani possano entrare nel campo.

READ  Lo ski trekking fa il suo debutto olimpico ai Giochi 2026 in Italia

Sebbene gli stati si uniscano alla sottile “lista bianca” dell’UE di paesi che consentono ai residenti di entrare indipendentemente dallo stato di vaccinazione, il Regno Unito non è ancora considerato sicuro per aderire a paesi come la Nuova Zelanda, l’Australia e Israele.

Alla lista del turismo “sicuro” con gli Stati Uniti si sono aggiunti altri cinque Paesi: Macedonia settentrionale, Albania, Serbia, Libano e Taiwan.

Il 16 giugno, i membri dell’UE hanno concordato ulteriori paesi le cui restrizioni sui viaggi non essenziali dovrebbero essere revocate.

Tuttavia, la raccomandazione non è vincolata; I singoli paesi possono determinare se accettarlo o meno, o se i risultati negativi del test possono fornire prove della vaccinazione e/o della necessità di una qualche forma di isolamento.

Molti paesi europei hanno rafforzato i controlli alle frontiere sui visitatori del Regno Unito, alla luce delle preoccupazioni sulla variante del virus delta corona altamente contagiosa, che è ora in vigore in gran parte del Regno Unito.

Una versione precedente dell’articolo diceva che la modifica delle regole sarebbe entrata in vigore sabato 19 giugno. Questo è stato modificato.