Luglio 25, 2021

The Teller

The Teller porta le ultime notizie dall'Italia e dal mondo su ultime notizie, titoli di notizie di oggi, politica, affari, tecnologia, Bollywood, intrattenimento, sport e …

I colloqui del G-20 in Italia si impegnano a combattere l’epidemia: Asahi Shimpan

METERA, Italia – Si è concluso martedì un incontro dei ministri degli Esteri e dello Sviluppo di un gruppo di 20 Paesi con un accordo per aumentare gli sforzi per combattere la crescente carestia nel mondo, esacerbata dall’epidemia, soprattutto in Africa, e gli effetti del cambiamento climatico .

Ma c’erano divergenze di opinioni mentre la Germania e la Cina si combattevano per la politica di vaccinazione per i paesi in via di sviluppo.

Il ministro degli Esteri italiano Luigi de Mayo, che ha presieduto l’incontro, ha sostenuto che i programmi di aiuto in Africa influenzeranno anche le migrazioni dal continente verso l’Europa.

“Il G20 ha il dovere di sostenere l’Africa nei momenti difficili”, ha detto in una conferenza stampa.

“Dobbiamo farlo in un modo, quindi in Africa le persone non sono costrette a rinunciare al proprio paese e al proprio territorio, e non credo che nessuno possa intraprendere questa guerra da solo”, ha detto De Mayo. L’Italia ospiterà una conferenza a Roma, in Africa, nel mese di ottobre.

Ha avvertito che la fame è in aumento sul pianeta dal 2014 e che l’epidemia del governo 19 potrebbe aggiungere altri 100 milioni di persone alla lista degli affamati e dei malnutriti. “Uno dei primi passi per costruire un mondo migliore è assicurarsi che tutti siano nutriti”, ha detto.

Un giorno l’incontro ha emesso una Dichiarazione Modera sulla sicurezza alimentare, la nutrizione e la dieta chiamata “Chiamata all’azione”. Modera è una bellissima cittadina collinare meridionale nella non sviluppata regione italiana della Basilicata che offre trattative.

Nella dichiarazione, i ministri hanno riconosciuto che “il raggiungimento di questi obiettivi richiede una leadership e un’azione collettive e coordinate e un approccio incentrato sulle persone su scala globale”.

READ  L'Italia potrebbe imporre restrizioni "Green Pass" a persone sconosciute | Italia

“Il G-20 è ben consolidato nel fornire tale leadership, promuovendo allo stesso tempo un approccio inclusivo con tutte le parti interessate, sia private che pubbliche, e perseguendo piani ambiziosi ma concreti e attuabili”, afferma la nota.

Il gruppo di 20 paesi rappresenta più della metà della popolazione mondiale e l’80% del PIL.

L’annuncio riconosce anche la necessità di “accelerare l’adattamento dell’agricoltura e dell’alimentazione ai cambiamenti climatici”.

“Al di là delle differenze e delle distanze tra alcuni dei Paesi sul tavolo del G-20, siamo tutti d’accordo su cambiamento climatico e sostenibilità, i grandi problemi che oggi possono essere risolti solo con la cooperazione globale”, ha affermato De Mayo.

Ma durante il giorno ci sono stati alcuni aspri scambi che hanno coinvolto alcune forze importanti.

All’arrivo, il ministro degli Esteri tedesco Heiko Moss ha dichiarato: “È importante che ci sediamo insieme a paesi come la Russia e la Cina in questo round, e chiariamo che non teniamo molto alla loro diplomazia vaccinale”.

Sebbene alcuni paesi europei, tra cui Ungheria e San Marino, siano interessati a ricevere il vaccino russo Sputnik V, Mass osserva che Cina e Russia forniscono o vendono i propri vaccini fabbricati ai paesi meno sviluppati. Alcuni in Occidente credono che Cina e Russia stiano somministrando i loro vaccini ai paesi poveri per aumentare il loro potere.

Né la Cina né la Russia hanno inviato i loro ministri degli esteri. Il ministro cinese Wang Yi si è rivolto alla folla a distanza ed è tornato a messa.

La Cina ha “consegnato più di 450 milioni di vaccini COVID-19 a 100 paesi”, ha affermato. Il ministro cinese ha colpito i paesi occidentali e ha affermato che i paesi che potrebbero fornire vaccini dovrebbero “evitare le restrizioni sulle esportazioni e l’eccessivo accumulo” di vaccini.

READ  Il Belgio cerca una cascata e un lato positivo per l'Italia

“Per porre fine all’epidemia, è necessario vaccinare sempre più luoghi”, ha detto alla folla il segretario di Stato americano Anthony Blinken. “La cooperazione multilaterale sarà la chiave per prevenire questa crisi sanitaria globale”.

Il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite chiede la fine immediata delle ostilità Blinken ha partecipato all’evento per annunciare i contributi degli Stati Uniti al programma di supporto Kovacs, che include circa 500 milioni di dosi Pfizer e 80 milioni di farmaci.

La Germania ha riconosciuto l’urgenza di massa. “La cosa principale ora è sviluppare rapidamente percorsi alternativi in ​​modo che paesi come l’Africa, ad esempio, possano fornire più vaccini rapidamente”, ha detto all’Andhra Pradesh. Ha suggerito di concentrarsi sulla fornitura di catene di approvvigionamento e impianti di produzione.

La decisione dell’amministrazione del presidente Joe Biden all’inizio di quest’anno di tornare alla lotta per il cambiamento climatico e aiutare a guidarla ha impressionato gli avvocati che hanno chiesto una risposta urgente alle minacce del cambiamento climatico. L’anno scorso, sotto l’amministrazione Trump, gli Stati Uniti sono diventati l’unico paese a lasciare l’accordo del 2015.