CONDIVIDI

Ci sarà mercoledì alle 10,30, nella chiesa del cimitero di Ponte Abbadesse a Cesena, l’ultimo saluto alla piccola Teresa, la bimba di appena cinque anni morta mentre si trovava in vacanza a casa dei nonni a Cattolica. Dai risultati della prima autopsia eseguita sul corpo della bambina è emerso che Teresa aveva numerosi “organi sofferenti”, un deterioramento non causato però da alcuna malformazione congenita.

Potrebbe essere la peritonite, se confermata dall’autopsia affidata dalla Procura di Rimini alla dottoressa Donatella Fedeli, la causa più probabile del decesso. La Procura e la squadra mobile, che hanno avviato un’indagine per omicidio colposo, al momento senza iscritti nel registri degli indagati, hanno affidato al consulente tecnico d’ufficio, una serie di quesiti che serviranno a stabilire non solo le cause della morte, ma anche eventuali responsabilità in chi l’ha vista ma non l’ha curata adeguatamente. La bimba infatti stava male già due giorni prima del decesso, accusando vomito, febbre, nausea e dolori addominali. Sintomi compatibili con appendicite e peritonite. Intanto i genitori, accompagnati in Procura dall’avvocato Giovanni Marcolini, hanno chiesto che sia rispettato il dolore e la privacy della famiglia.

 

CONDIVIDI