CONDIVIDI

Dal Ponte di via Togliatti per circa 300 metri le acque del fiume Rubicone si sono colorate di un rosso sangue, che ha allarmato non poco i residenti della zona che hanno subito chiamato la Guardia Forestale che ha proceduto ai rilievi del caso coadiuvata da Arpa Emilia Romagna.

In seguito al prelevamento di un campione e delle analisi svolte presso il laboratorio di Ravenna, Arpae ha ricondotto la colorazione anomala alla presenza dell’alga Euglena sanguinea. Un’alga in grado appunto di colorare le acque di un colore rosso sangue, assolutamente innocua per l’uomo, ma dannosa per la salute dei pesci e dell’intero ecosistema del fiume, a causa del rilascio di una tossina potenzialmente letale per alcune specie di pesci che vivono nel Rubicone.

 

 

CONDIVIDI