CONDIVIDI

Può tornare a casa dopo 48 ore in carcere il 23enne che la notte di sabato è stato arrestato con l’accusa di omicidio stradale dopo l’incidente di Castiglione di Ravenna costato la vita a Claudio Fanelli, il 48enne forlivese che percorreva il tratto di strada a bordo del suo scooter. Le manette erano scattate soprattutto perchè il ragazzo era risultato positivo al droga test.

L’autista si è difeso, ammettendo si di aver fumato, ma di averlo fatto tre giorni prima. In realtà nell’ordinanza di convalida dell’arresto il magistrato sostiene che l’indagato “abbia avuto una condotta di guida imprudente, che, unita all’assunzione di sostanze stupefacenti verosimilmente nell’immediatezza della guida stessa, dimostra l’indifferenza al rispetto delle regole”. Ma nonostante questo potrà tornare a casa, ma non potrà uscire nelle ore notturne.