CONDIVIDI

Daniela Poggiali l’ex infermiera dell’ospedale di Lugo condannata all’ergastolo in primo grado per l’uccisione di una sua paziente, morta in circostanze sospette per un’iniezione di potassio risultata fatale, è stata assolta in appello dalla Corte d’Assise d’appello di Bologna.

Per il Tribunale il fatto non sussiste per questo è stata disposta la scarcerazione. Al momento della lettura della sentenza la bionda infermiera ha esultato urlando “Si, si”, dimostrando ancora una volta tutta la sua esuberanza. Restano di questa terribile vicenda gli orribili selfie con i cadaveri e i sorrisi quasi di sberleffo in tribunale, che hanno contribuito non poco a costruire la gogna mediatica intorno alla donna, che da oggi è tornata in libertà.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.

CONDIVIDI