CONDIVIDI

Una serie di controlli dei Carabinieri in tutta la regione ha fatto emergere una serie di illeciti nel mondo della sanità, due casi particolarmente curiosi sono stati scoperti nella provincia di Ravenna. Il primo il caso di un dentista che “reputando indecoroso praticare direttamente la pulizia dei denti ai propri pazienti – recita il comunicato dell’Arma – aveva istruito la propria dipendente, con licenza media, ad operare in tal senso nel cavo orale dei pazienti, che pagavano regolarmente la prestazione come se fosse stata eseguita dal “blasonato” professionista“.

Altro grave episodio di esercizio abusivo della professione medica quello che ha visto protagonista un naturopata ravennate che “esorbitando le proprie competenze professionali, millantava riconoscimenti internazionali, rilasciando diete alimentari finalizzate a rapido dimagrimento“. Anche per lui è scattata la denuncia.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.