CONDIVIDI

Basta percorrere il Lungomare per individuare il nuovo presidio del 118 a Marina Centro, all’altezza del bagno 60 in Piazzale Benedetto Croce (quella che tutti i riminesi chiamano piazza Pascoli ndr.) si vede parcheggiata un’ambulanza pronta ad intervenire sul litorale per accorciare i tempi di soccorso invece di dover partire dall’ospedale. Un’ottima iniziativa dell’Asl che però ha individuato per il suo personale un locale assolutamente inadeguato e sotto molti aspetti addirittura irrispettoso delle norme in materia.

Basta affacciarsi dalle finestre aperte per vedere nella piccola stanza (quasi uno sgabuzzino) messa a disposizione del personale cartoni impilati e materiale pubblicitario ammassato sulle pareti. A completare l’arredamento due brande dove riposare e nemmeno un tavolino per mangiare. Ma la mancanza più grande di questi locali è l’assenza di un bagno per il personale, che norma alla mano non può lasciare il presidio se non quando riceve una chiamata, quindi teoricamente per un intero turno non potrebbero andare in bagno.

Anche lo stallo del parcheggio per l’ambulanza presenta una grossa mancanza (oltre ad essere parcheggiata costantemente sotto il sole), secondo la norma l’ambulanza dovrebbe essere sempre collegata con un cavo elettrico per mantenere sempre in carica gli strumenti elettromedicali, cosa invece difficile da fare in quel punto che non presenta né prese elettriche né una canalizzazione che porti alla presa interna del presidio.