CONDIVIDI

Case e terreni per 2 milioni e 177mila euro sono state sequestrate dalla Guardia di Finanza di Cesena a un immobiliarista. L’uomo, cesenate, già condannato definitivamente per bancarotta fraudolenta, falsità e ricettazione (fatti commessi negli anni novanta), forse riteneva che la Finanza non lo avesse più nel mirino. Il tribunale di Forlì ha disposto un sequestro d’urgenza, nello specifico, di 34 immobili e 22 terreni distribuiti tra Cesena, Castrocaro, Forlimpopoli e Civitella di Romagna.

Le Fiamme Gialle dal novembre scorso hanno riscontrato chiare irregolarità nei suoi movimenti patrimoniali e nella dichiarazioni dei redditi sempre risalenti al periodo degli anni novanta (in particolare dal ’97). Gli investigatori hanno spiegato che esisteva una forte sproporzione tra i redditi dichiarati ai fini delle imposte e il patrimonio accumulato. La Finanza ha agito applicando la normativa antimafia.