CONDIVIDI

Avevano posizionato degli “skimmer” nei bancomat tra Forlì, Bologna e Ferrara, ovvero dei macchinari speciali per clonare carte di credito. Due bulgari di 36 e 46 anni, incensurati, sono stati arrestati dai carabinieri di Forlì. Fondamentale per scoprire l’attività criminale l’intervento di un cittadino forlivese che lo scorso 11 maggio ha notato un pezzo di metallo sporgere dal bancomat di un ufficio postale, una volta avvisati i carabinieri dell’insolita presenza e da li sono scattate le indagini.

I due, non proprio degli sprovveduti, hanno però commesso degli errori, quello fatale è stato commesso proprio nello skimmer di Forlì dove esaminando i filmati registrati gli uomini dell’Arma hanno notato l’auto dei malviventi, una Volkswagen e il volto di uno dei due riflesso nel finestrino. Pochi indizi che però hanno portato i militari sulle tracce dei bulgari che sono stati arrestati in flagrante in un centro commerciale di Ferrara mentre recuperavano uno degli skimmer.

CONDIVIDI