CONDIVIDI
Foto di repertorio

E’ scivolato in un dirupo, per circa 150 metri, mentre percorreva, insieme a un gruppo, il sentiero 409 a San Benedetto in Alpe, nel comune di Portico e San Benedetto sull’Appennino Cesenate. Protagonista della vicenda, un escursionista 68enne di Montelupo Fiorentino salvato dai tecnici del Soccorso aplino della stazione di Montefalco. L’uomo, intorno alle 15.30, è stato raggiunto dalla squadra di terra e dal personale dell’elisoccorso. L’intervento durato tre ore, spiega una nota del Saer, è stato particolarmente complesso per la zona impervia e per il fitto bosco ed è stato complicato dalla difficoltà di individuare un punto in cui poter utilizzare il verricello. Il 68enne, con un trauma cranico e sospette fratture, è stato stabilizzato, trasportato tramite verricello a bordo dell’elicottero, quindi portato all’ospedale Bufalini di Cesena. Sul posto anche l’ambulanza. Sempre sull’Appennino Cesenate, a Santa Sofia, verso le 16.30 i tecnici della stazione Monte Falco sono intervenuti per soccorrere una ragazza di 18 anni nata a Bologna e residente a Lido di Savio, nel Ravennate, che ha accusato un malore lungo il sentiero che da San Paolo in Alpe porta a Corniolo. Sul posto è intervenuta anche una ambulanza.