CONDIVIDI

Il calcio sammarinese è al centro delle polemiche per una presunta combine. La gara in questione riguarda il match di Coppa Titano tra San Giovanni e Virtus, vinta a sorpresa dalla squadra di mister Crescentini per 1 a 0, contro la ben più quotata compagine neroverde. La quota parlava da sola, la vittoria del San Giovanni era data a 13 (per i profani delle scommesse: questo vuol dire che era altamente improbabile una loro vittoria ndr.), ma poi un flusso anomalo di gioco ha fatto letteralmente precipitare la quota a 5, fino a far eliminare il match dai programmi, ma questo non ha impedito a numerosi scommettitori di giocare e portarsi a casa un montepremi di oltre 300mila euro (fonte San Marino RTV).

Come nei più classici clichet da calcioscommesse la partita è finita 1-0 per il San Giovanni, a decidere un autogoal e una marea di sospetti sul risultato. Del caso e delle possibili e imminenti ripercussioni si sta occupando la Procura Federale in stretta collaborazione con l’Integrity della Federcalcio, non è escluso che stia lavorando anche la Procura di Forlì.