CONDIVIDI

Solitamente in tour europeo ci vanno le grandi star nazionali, e i prodotti d’eccellenza romagnoli sono di certo protagonisti nel panorama enogastronomico italiano. Talmente protagonisti da rompere i confini nazionali per partire alla volta di un tour europeo che li porterà in 4 giorni dal Belgio alla Germania. Partiranno domani, venerdì 17 marzo, da Anversa, in Belgio, per proseguire poi in Germania a Dusseldorf dal 19 al 21, e concludere a Francoforte il 22. Protagonisti della kermesse Consorzio Vini di Romagna, Consorzio Olio di Brisighella Dop e Associazione Squacquerone di Romagna Dop, che hanno costituito recentemente Ati Romagna, per realizzare un progetto di promozione biennale con il contributo del Programma di sviluppo rurale Emilia-Romagna.

“Il vino romagnolo ha bisogno del food per affermarsi nel panorama mondiale, la Ati rappresenta dunque la prova generale di un percorso di valorizzazione sinergico tra prodotti differenti che diventerà una delle chiavi di approccio vincenti per la promozione dei prossimi anni”, ha sottolineato il Presidente del Consorzio Vini di Romagna, Giordano Zinzani all’Ansa.

“In Belgio, e in particolare nella regione delle Fiandre – ha spiegato sempre all’agenzia di stampa Filiberto Mazzanti, direttore del Consorzio Vini di Romagna – i nostri vini rossi trovano già apprezzamento ma hanno ancora margini di crescita; la Germania è storicamente il primo mercato europeo per l’agroalimentare oltre che a maggior potenziale per il vino italiano, con una logistica che lo rende appetibile e con ampi margini di miglioramento delle vendite”.Per due anni l’azione del Consorzio Vini di Romagna sarà puntata verso questi due Paesi, partecipando a fiere e seminari e organizzando workshop con degustazione guidate sulle produzioni romagnole (vino, olio e formaggio).