CONDIVIDI

Il Teatro Masini di Faenza inaugura la stagione di danza con una delle opere più celebri del balletto classico: martedì 10 gennaio andrà in scena “Il lago dei cigni”, interpretato dal Balletto di Mosca “La Classique” sulle coreografie firmate da Marius Petipa.

Il lago dei cigni, prima composizione del celebre Čajkovskij per il Balletto dei Teatri Imperiali di San Pietroburgo, è ispirato alla fiaba tedesca “Il velo rubato”, basata sulla storia d’amore tra un principe e una vergine-cigno.

La Compagnia di Mosca propone una versione coreografica che ricostruisce filologicamente l’opera originaria di Petipa: 40 ballerini rievocano la storia d’amore eterna tra Odette e il Principe Sigfried, mentre sullo sfondo scenografie di grande impatto e un uso ricercato della luce creano le atmosfere magiche del lago. Primi ballerini d’eccezione si esibiranno in uno spettacolo d’eccezione, rendendo con autenticità la dicotomia interna nel personaggio femminile e la crescita interiore del Principe.