CONDIVIDI

L’incubo meningite torna a farsi sentire in Italia. Dopo i casi delle due ricercatrici milanesi morte a pochi mesi di distanza e il focolare della malattia scoppiato in Toscana, è la volta della Romagna confrontarsi con un nuovo rischio contagio. Un giovane di soli 21 anni residente a Faenza è infatti morto per una meningite da meningococco C lo scorso 26 novembre, a poche ore dal ricovero nell’ospedale della cittadina del ravennate.

L’accertamento delle cause della morte, meningite appunto, hanno fatto scattare da parte dell’Ausl romagnola le procedure di profilassi antibiotica per tutte le persone che sono entrate in contatto con il giovane, che al momento risultano essere 42, di questi 12 (i familiari più stretti) sono stati sottoposti a terapia antibiotica. La singolarità del caso ha spinto la famiglia a depositare un esposto in Procura che ha ordinato l’autopsia sul corpo del giovane che verrà eseguita dal medico legale Anna Vercelli. 

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.