CONDIVIDI

Nuovi guai per Fabrizio Corona. L’ex fotografo dei vip è stato arrestato insieme a Francesca Persi, titolare dell’Atena, agenzia che si occupa di eventi e promozioni. L’accusa è di intestazione fittizia di beni in relazione a 1,7 milioni di euro sequestrati nei giorni scorsi. Per Corona c’è l’aggravante di aver commesso il fatto durante l’affidamento in prova ai servizi sociali.

Nei giorni scorsi il tribunale di Milano aveva sequestrato al “re dei paparazzi” un tesoretto di 1,7 milioni di euro. I soldi erano impacchettati e nascosti nel controsoffitto di un appartamento di Francesca Persi. La difesa di Corona sostiene che si tratta di compensi ‘in nero’, frutto di serate in discoteche e locali notturni. La Procura di Milano ha chiesto e ottenuto dal gip un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per Corona per intestazione fittizia di beni in relazione alle somme sequestrate.

L’ex fotografo dei vip era uscito dal carcere nel giugno 2015, dopo due anni e mezzo di detenzione. Poi l’affidamento in prova ai servizi sociali, nella comunità di don Mazzi. Da qualche tempo Corona era potuto tornare nella sua casa di Milano, avendo ottenuto l’affidamento in prova “sul territorio”. Lo scorso luglio l’ex paparazzo era stato ‘ammonito’ per una vacanza non autorizzata a Capri. Ora dopo l’ennesima “malefatta” per lui si riaprono le porte del carcere. Per il procuratore aggiunto della Dda Ilda Boccassini Corona è un “delinquente professionale”.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.

CONDIVIDI