CONDIVIDI

Sta suscitando un mare di polemiche in Danimarca l’iniziativa del partito di destra Danskernes Parti, (Partito dei danesi) che ha distribuito circa 150 bombolette di “spray anti-migranti”.

Secondo il leader del Danskernes Parti, Daniel Carlsen, si tratta di un’iniziativa per “proteggere i cittadini”. “A lungo termine si vuole rimpatriare i migranti – spiega Carlsen – ma nel breve periodo vogliamo fornire soluzioni per rendere la vita migliore e più sicura per il popolo danese”.

Le bombolette “scaccia immigrati” sono state distribuite nelle strade di Haderslev, città portuale nel sud-est della Danimarca. Sull’etichetta c’è scritto “Spray dell’asilo: legale ed efficace”, si tratta di un prodotto molto simile alla lacca per capelli, visto che nel paese scandinavo l’uso di spray urticanti al peperoncino è vietato.

Secondo Carlsen l’iniziativa “non può essere considerata razzista. Lo spray al pepe è illegale, così abbiamo voluto trovare un modo per le persone danesi, in particolare per le donne, di proteggersi”.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.

CONDIVIDI