CONDIVIDI

L’annuncio era arrivato all’inizio dell’estate, e finalmente venerdì è arrivato il tanto atteso lavoro.

Lui è un artista sardo nominato per ben 2 volte tra i finalisti del premio Tenco, loro una delle band più amate e al contempo criticate del panorama musicale rock italiano.

Stiamo parlando dello split tra Iosonouncane e i Verdena, pubblicato venerdì 2 settembre in un’edizione in vinile limitatissima di 1000 copie (ma disponibile all’ascolto online su Spotify).

Due artisti poliedrici che hanno deciso di rielaborare 2 pezzi a testa: Jacopo Incani – in arte Iosonouncane – ha attinto dagli ultimi 2 album dei Verdena, “Endkadenz vol.1” e “Endkadenz vol.2”, rielaborando i brani “Diluvio” e “Identikit”, mentre la band di Bergamo ha estrapolato 2 brani dall’ultimo lavoro di Iosonouncane “Die”, precisamente “Tanca” e “Carne”.

Il risultato di questa collaborazione è una vera e propria bomba. Se i brani originali erano già una carica di sperimentazione e psichedelia, quelli rielaborati dagli artisti sono un mix di suoni ipnotici e intrecci caleidoscopici da ascoltare necessariamente a occhi chiusi per riuscire a captare ogni sfumatura. Un trip musicale da gustare fino in fondo.

La voce di Iosonouncane riempie i brani dei Verdena arricchendo la parte testuale, spesso lasciata sullo sfondo dalla band che ha sempre ammesso di dare poca importanza ai testi, mentre i Verdena restituiscono ai brani di Iosonouncane una carica potentissima, che spazia dall’elettronica all’heavy metal.

Un’osare all’estremo che ha prodotto un esperimento perfettamente riuscito.

Potete ascoltare l’album a questo link: http://sentireascoltare.com/news/ascolto-split-ep-verdena-iosonouncane/#



Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.

CONDIVIDI