CONDIVIDI

Il sesso si associa sempre a qualcosa di divertente e piacevole. In realtà sono tante le paure che ci tormentano quando siamo sotto le lenzuola. Secondo un sondaggio pubblicato da Superdrug Online Doctor, un servizio medico del Regno Unito, i timori più grandi nei momenti di intimità sono quelli legati alle malattie sessualmente trasmissibili. La ricerca ha coinvolto oltre 2000 persone tra Stati Uniti ed Europa, alle quali è stato chiesto di indicare in una scala da 1 a 10 quali fossero le paure più grandi relativamente al sesso.

Dal sondaggio è risultato che la seconda paura più presente è una di quelle “classiche”: il timore di una gravidanza indesiderata. Ma ci sono anche degli “incubi” che sono legati soprattutto al genere degli intervistati: ad esempio tra le donne una delle paure più comuni è che il partner non accetti un “no” come risposta, mentre negli uomini è molto sentito il timore di odori sgradevoli o dell’eiaculazione precoce. Sempre le donne temono che il partner trovi il proprio corpo poco attraente o che durante il sesso possano verificarsi funzioni corporee imbarazzanti. Un altro incubo degli uomini riguarda la possibilità di una performance non soddisfacente o che la partner non riesca a raggiungere l’orgasmo. Ma ci sono anche paure che accomunano i due sessi. A spaventare entrambi, ad esempio, è la prospettiva che l’uomo possa voler fare qualcosa che possa far sentire a disagio la donna. Un’altra insicurezza comune riguarda le dimensioni: le donne hanno paura di avere un seno troppo piccolo, mentre gli uomini, neanche a dirlo, pensano lo stesso delle dimensioni del proprio pene. Un altro punto che mette “d’accordo” i due sessi è la presenza dei peli superflui: entrambi pensano che possano essere un problema nei momenti intimi.

I ricercatori di Superdrug danno qualche suggerimento su quale sia il modo migliore per affrontare il sesso. «Dovrebbe essere un’esperienza positiva e sana per tutti i soggetti coinvolti. Ci deve essere una comunicazione aperta tra i partner su questioni relative alla salute sessuale, la contraccezione, i confini – spiegano – perciò non lasciate che l’imbarazzo prenda il sopravvento nel modo di discutere queste questioni».

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.

CONDIVIDI