CONDIVIDI

Alla fine lo ha tradito l’avidità. Un romeno di 48 anni è stato arrestato dal nucleo investigativo dei carabinieri della capitale perché sospettato di aver portato a segno più di 21 rapine in cinque mesi.

Lo stesso modus operandi. Adoperava auto rubate per i suoi colpi, pistola alla mano entrava nell’attività presa di mira, pochi minuti per svaligiarla e poi via. Spavaldo, freddo e concentrato, lo si vede chiaramente dalle immagini, quando, ad esempio, durante un colpo al supermercato, all’ingresso non si cura della donna che sta uscendo, ma si dirige alle casse e in pochi secondi le fa svuotare dai commessi.

Tra i suoi obiettivi ci sono sale giochi, sale per scommesse, supermercati, gioiellerie e ristoranti. Con l’accusa di rapina a mano armata, lesioni personali aggravate e detenzione di armi clandestine i carabinieri hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Roma.

L’uomo aveva precedenti ed era già stato in carcere. Le rapine di cui è sospettato sono state compiute tra novembre del 2013 e marzo del 2014. I carabinieri sono riusciti a risalire a lui grazie ad una attenta analisi delle registrazioni delle telecamere di sicurezza fornite da alcune delle attività rapinate.