CONDIVIDI

Da quando Manzoni gli ha dedicato una delle poesie più celebri della letteratura italiana, il 5 maggio non è stato più lo stesso. Dal 1821 (data della morte di Napoleone) questa data ha visto succedersi eventi epocali, crocevie storihe e tragedie, con la t maiuscola, ma anche sportive. Ripercorriamo i più importanti in questa gallery.

11821: Morte di Napoleone


La morte del più grande imperatore dell’epoca moderna è ancora avvolta dal mistero. Napoleone morì in esilio all’Isola di Sant’Elena. Il 19 luglio 1821, poco dopo aver appreso la notizia della morte di Napoleone, Alessandro Manzoni scrisse la famosa ode Il cinque maggio.

21860: Parte la Spedizione dei Mille


La spedizione dei Mille fu l’episodio cruciale del Risorgimento. Avvenne nel 1860 quando un migliaio di volontari, al comando di Giuseppe Garibaldi, partì nella notte tra il 5 e il 6 maggio da Quarto, nel territorio del Regno di Sardegna alla volta della Sicilia, nel Regno delle Due Sicilie. Lo scopo della spedizione fu di appoggiare le rivolte scoppiate nell’isola e capovolgere il governo borbonico. I volontari sbarcarono l’11 maggio presso Marsala e, grazie al consenso di larga parte della popolazione locale, si rafforzarono e mossero verso nord. Dopo una serie di battaglie vittoriose contro l’esercito borbonico, i volontari riuscirono a conquistare tutto il Regno delle Due Sicilie permettendone l’annessione al nascente Stato italiano.

31938: Hitler visita l’Italia


Hitler visitò l’Italia nel maggio del 1938, arrivò il 3, ma il suo tour nel Belpaese iniziò il 5 da Napoli, dove fece visita al Porto e alla Marina Militare.

41945: Liberato il campo di concentramento di Mauthausen


Campo di concentramento di Mauthausen-Gusen dall’estate del 1940, era un lager nazista, una fortezza in pietra eretta nel 1938 in cima a una collina sovrastante la piccola cittadina di Mauthausen, nell’allora Gau Oberdonau, ora Alta Austria, situata a circa venticinque chilometri ad est di Linz. Considerato impropriamente come semplice campo di lavoro, fu di fatto, fra tutti i campi nazisti, «il solo campo di concentramento classificato di “classe 3″ (come campo di punizione e di annientamento attraverso il lavoro)». Vi si attuò lo sterminio soprattutto attraverso il lavoro forzato nella vicina cava di granito, e la consunzione per denutrizione e stenti, pur essendo presenti anche alcune piccole camere a gas.Il lager di Mauthausen, il sabato del 5 maggio 1945, fu raggiunto dalle avanguardie della 3ª Armata americana, che entrano dalla Porta mongola. Fu l’ultimo dei principali campi nazisti a essere liberato.

51946: La prima schedina Sisal, nasce il Totocalcio


Sisal nasce nel 1946 dall’idea del giornalista sportivo Massimo Della Pergola, Fabio Jegher e Geo Molo, che inventarono il primo concorso a pronostici legato al calcio. Nasce così la “schedina”, i cui ricavi contribuirono alla ricostruzione degli stadi distrutti dalla guerra. La prima fu giocata il 5 maggio.

61972: Il volo Alitalia 112 si schianta sulla Montagna L...


Il volo Alitalia AZ 112 era un volo operato da Alitalia che il 5 maggio 1972 si schiantò in fase di atterraggio contro la Montagna Longa tra il territorio di Cinisi ed il territorio di Carini, in provincia di Palermo, nei pressi dell’Aeroporto di Palermo-Punta Raisi. Rimasero uccisi tutti i presenti a bordo, 108 passeggeri e 7 membri dell’equipaggio, che lasciarono 98 orfani e 50 vedove.

71998: L’alluvione di Sarno


L’alluvione di Sarno e Quindici, o frana di Sarno, è stato un movimento franoso di vaste dimensioni che, tra il 5 ed il 6 maggio 1998, colpì, in particolare, le aree urbane campane di Sarno (SA), Quindici (AV), Siano (SA), Bracigliano (SA) e San Felice a Cancello (CE), causando la morte di 160 persone. Di queste, 137 rimasero uccise nella sola Sarno, la cui frazione di Episcopio fu l’area maggiormente colpita ed 11 nel comune di Quindici, in particolare nella frazione di Casamanzi, 5 nel comune di Siano (Sa).

82002: L’Inter crolla all’Olimpico


Il 5 maggio 2002 è una data che molti appassionati di calcio italiano ricordano bene. L’Inter non vinceva uno scudetto da 13 anni e a una giornata dalla fine aveva un punto di vantaggio sulla Juventus, non lo vinse neanche quell’anno, anzi arrivò terza dietro la Roma.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.