CONDIVIDI

Roma blindata in occasione dell’avvio dei saldi. Le misure, decise dal questore della Capitale Nicolò D’Angelo, prevedono presidi delle forze dell’ordine in outlet, centri commerciali e nelle vie dello shopping capitolino. Il piano è stato approvato dal Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, coordinato in modalità «telelavoro» dal Prefetto Franco Gabrielli. Da domani saranno intensificati i servizi di prevenzione nelle vie dello shopping, sia nelle aree centrali che in quelle periferiche della Capitale.

Task force in outlet e centri commerciali

Specifica attenzione è stata dedicata ai grandi centri commerciali, compresi gli outlet di Valmontone e Castel Romano. Secondo il modello organizzativo messo a punto questa mattina in una riunione tecnica, in ciascuna di queste località sarà presente una task force della Polizia di Stato o dell’Arma dei Carabinieri, con un camper che fungerà da base d’appoggio e pattuglie appiedate che garantiranno un più capillare presidio del territorio. Le forze dell’ordine integreranno i piani di sicurezza già presenti, in una logica di partenariato pubblico/privato dedicata alla sicurezza. Il piano prevede inoltre uno specifico focus informativo che sarà curato dalla Digos e l’ulteriore intensificazione dei controlli sulle linee metropolitane. 

Romani e turisti in mano ai borseggiatori

Intanto nell’ultimo week end le forze dell’ordine hanno arrestato 9 borseggiatori a “lavoro” principalmente nelle fermate più affollate della Metro capitolina. Il primo a finire in manette è stato un cittadino romeno di 39 anni, bloccato alla fermata metro della linea «B», «Policlinico», mentre stava tentando di sfilare la macchina fotografica dallo zaino di una turista. Nel piazzale antistante la stazione ferroviaria Tiburtina, sempre un romeno di 29 anni, è stato sorpreso mentre stava sfilando il portafogli dalla borsa di una 21enne romana. In via del Corso, invece, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina hanno arrestato un cittadino libico di 30 anni, con precedenti, che aveva appena sfilato lo smartphone dalla tasca di un turista. Nei pressi della fermata «Ponte Lungo» della linea «A» della metropolitana, tre cittadini romeni, due uomini ed una donna, sono stati bloccati mentre tentavano di rubare la borsa ad una 83enne romana. In viale Trastevere, a bordo del tram 8, sono finiti in manette una cittadina bosniaca di 41 anni ed un cittadino romeno di 35 anni, sorpresi dopo aver rubato il marsupio ad un turista giapponese. Infine, nei pressi della fermata metro «Repubblica», i Carabinieri hanno arrestato una 22enne, bosniaca, che ha sfilato il portafogli ad un malcapitato turista giapponese. Episodi che ormai fanno parte della quotidianità dei romani (oltre che dei turisti), costretti a fare i conti non soltanto con il rischio terrorismo.

 

CONDIVIDI