CONDIVIDI

Il 40% dei pazienti con tumore alla prostata e i loro familiari pensa che l’attività fisica non apporti alcun beneficio, il 23% addirittura è convinto che peggiora il tumore. Non solo. Il 60% dei malati ritiene che cambiare le proprie abitudini alimentari non aiuti ad affrontare il cancro e ben il 55% di loro vuole ricevere più informazioni sul legame tra stili di vita e neoplasie. Sono i dati emersi da un’indagine europea condotta da Insite Consulting e Janssen su oltre 400 clinici e familiari di pazienti con tumore alla prostata in cinque Paesi, tra cui l’Italia.

«Si tratta di dati significativi, frutto di miti sbagliati», spiega Carmine Pinto, presidente nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (Aiom) e direttore dell’Oncologia Medica dell’Irccs. «I risultati dell’indagine – prosegue Pinto – testimoniamo quanto sia sempre più importante informare sulla patologia ed educare a stili di vita corretti non solo il paziente, ma anche chi interviene nella gestione quotidiana della malattia». Per rispondere a questo crescente bisogno informativo l’Aiom promuove ‘Prostata: sul tumore vince chi gioca d’anticipo’, un vero e proprio ‘Tour della prevenzionè in venti città, che porta gli oncologi a parlare esclusivamente agli anziani di lotta alle neoplasie nei centri ricreativi per la terza età. L’iniziativa è stata presentato oggi all’apertura del XVII Congresso Nazionale della società scientifica a Roma. «Con questa campagna – continua Pinto – la prima nel suo genere in Italia, abbiamo scelto di focalizzarci su un tumore solido che interessa maggiormente la terza età e per il quale non esistono finora programmi di informazione e di screening adeguati. Abbiamo realizzato anche un opuscolo informativo da diffondere in ogni incontro che consente ai malati e alle loro famiglie di conoscere la patologia, capire cos’è e quando può essere fatto il controllo del Psa, e fornisce consigli pratici su come gestire il forte impatto che la malattia ha nella quotidianità della persona». Dopo il successo della prima edizione in dieci città, la campagna ripartirà a novembre con altre 10 tappe a Padova, Trento, Pescara, Terni, Chieti, poi ancora Bari, Cosenza, Palermo, Nuoro e Como.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.