CONDIVIDI
Mappa della birra

È la Moretti la birra più bevuta in Italia. Secondo una ricerca pubblicata dal magazine online statunitense Vinepair, la bottiglia con il celebre “baffo” è quella più presente nelle case degli italiani e la più richiesta nei bar di tutto lo stivale. Il portale statunitense ha costruito una mappa delle birre più bevute al mondo, prendendo in considerazione nel suo lavoro «decine di fonti, fra report di ricerca e documenti aziendali».

europa
Le più bevute in Europa

E così, come in Italia con la bionda friulana, anche nel resto d’Europa e del mondo ogni popolo ha “eletto” una propria birra nazionale. È infatti molto difficile trovare la stessa bevanda ai vertici in due paesi diversi. I francesi impazziscono per la Kronemburg, mentre gli spagnoli preferiscono il gusto secco e acidulo della Cruzcampo. In Germania, invece, tra lo sterminato numero di birre prodotte a spiccare è la bavarese Oettinger, mentre la Carling siede sul trono del Regno Unito. L’Heineken, neanche a dirlo, è prima in Olanda, mentre nel vicino Belgio, terra di birre di ottima qualità, a primeggiare è la Jupiler, una chiara prodotta in Vallonia.

Anche nel Nuovo Continente sono tanti i marchi a spartirsi i mercati dei diversi paesi. In Canada la birra più apprezzata è la statunitense Budweiser, mentre negli Usa è la Bud light a farla da padrone. Il Messico è il regno incontrastato della Corona, birra peraltro molto apprezzata in tante parti del mondo. Scivolando verso sud, si arriva in Colombia dove la più consumata è la Poker, una chiara di produzione locale. Nell’immenso Brasile ad emergere è la Skol, una birra non propriamente autoctona: è una marca di proprietà della danese Carlsberg con licenza per essere fabbricata nel paese verdeoro dalla AmBev. In Argentina è la Quilmes a fare la voce grossa: fondata da un immigrato tedesco nel 1888, nell’arco di un ventennio è diventata l’azienda produttrice di birra più famosa di Buenos Aires e simbolo della nazione stessa, supportandone anche la squadra di calcio.

birre

Apparentemente l’Asia potrebbe non sembrare una terra di grandi bevitori. Eppure è proprio qui che si trova la birra più venduta al mondo, la cinese Snow, neanche a dirlo regina nel paese della Grande Muraglia. Spostandosi in Giappone, l’imperatrice delle birre è l’Asahi, una chiara molto conosciuta anche in Europa. In India c’è invece la Kingfisher al comando, con oltre il 36% del mercato interno. Infine, in Australia ai vertici troviamo la Victoria Bitter, mentre in Nuova Zelanda primeggia la Lion Red.

Rimani aggiornato: metti “Mi Piace” a The Teller.